La grande Fiera di Foligno. A raccontare questa storia ci aiuta Sabrina Regno con la sua tesi di laurea “La decadenza della Fiera di Foligno nel declino della città. (sec XV-XIX)” in cui certifica l’identità della città di Foligno con il suo grande evento mercantile.
La Fiera di Foligno era quella dei Soprastanti, riproposta dall’Ente Giostra a partire dal 1998, che si è svolta dal 1425 fino alla metà del XVIII secolo.
La vocazione commerciale della nostra città parte proprio da qui e segna un periodo splendido della storia cittadina. Foligno era in cima al sistema fieristico italiano. Oggi ci rimane la Fiera di Santo Mano, l’ultima di una tradizione prestigiosa, che non è più alla base dell’economia di scambio, ma si caratterizza soprattutto come momento folcloristico, di svago e di incontro.
Nell’Umbria medievale e rinascimentale due erano le piazze importanti per i commerci con i territori dell’Adriatico e quelli orientali. Prima nel Cinquecento e, soprattutto, nel Seicento la supremazia commerciale si concentra a Foligno grazie alla sua posizione ideale per i collegamenti che  la città aveva con Ancona e con la fiera di Senigallia.
La prima Fiera dell’Annunciazione si tenne dal 22 al 28 marzo del 1425 e riscosse un tale successo tanto da essere riproposta e valorizzata nel corso degli anni.
Dalla meta del secolo XV fino alla metà di quello successivo, Foligno aumentò la produzione di derrate alimentari e questo contribuì alla crescita della Fiera e a continue proroghe per aumentarne la durata. Nel 1495 la Fiera di Foligno si affrancò dalla Festa dell’Annunciazione anche per non distogliere i fedeli dall’impegno religioso durante le festività di Pasqua.
Nel 1515 la Fiera durò 18 giorni con una proroga di altri 15 e ulteriori proroghe vennero accordate con delibera papale fino al 1569.
A partire dal 1600 la Fiera venne istituzionalizzata, dal 20 maggio al 20 giugno, come Fiera dei Soprastanti. “E’ nominata assai questa Città per una nobilissima fiera che si suol fare ogn’anno, cominciando dalli 20 di maggio, fino alli 20 di luglio; ove concorre una moltitudine de’ mercanti da diverse parti del mondo, portando ogni sorte di mercantia...”.


La Fiera dei Soprastanti. Foto tratta dal sito web Quintana.it

16 aprile 2020