"Giallo Foligno: letture e letterature in giallo" è la nuova iniziativa di lettura pubblica, ambientata nei più significativi luoghi storici della città, organizzata dall'area Cultura, Turismo, Formazione e Sport del Comune di Foligno e dagli assessorati alla Cultura e al Turismo.
I racconti gialli saranno letti dalla compagnia teatrale "Al Castello" e saranno "in onda" sulla pagina Facebook del Comune di Foligno, da venerdì 20 novembre in poi ogni venerdì alle 21.30, fino al 18 dicembre.
Ultimo appuntamento mercoledì 30 dicembre, sempre alle 21.30.

Una volta pubblicate, le videoletture saranno visibili nella sezione video della stessa pagina Facebook.
Il giallo sembra essere un genere particolarmente seguito dal grande pubblico ed il mistero che i racconti gialli recano sempre con sé sembrano costituire l’occasione perfetta per promuovere la lettura attraverso formule innovative. Le letture, ambientate nei luoghi più suggestivi della città,  saranno un’ottima occasione per riflettere anche sull'importanza della protezione dei beni culturali e sul tema della tutela della legalità, con una prospettiva forse diversa da quelle recentemente più in voga, parlandoci investigatori che, una volta tanto, sono dei veri e propri "eroi positivi".
L'iniziativa, promossa nell'ambito della nuova sezione dedicata alla legalità della Biblioteca comunale, sarà insomma una passeggiata, immersi nelle bellezze del "Centro del mondo", avvolti dalla bellezza dei luoghi d’arte e da storie avvincenti e misteriose.

Calendario della messa in onda delle videoletture:
Venerdì 20 novembre ore 21:30 La città ideale di Gaetano Savatteri
Venerdì 27 novembre ore 21:30 Un giorno di Settembre di Maurizio De Giovanni
Venerdì 04 dicembre ore 21:30 La principessa Umberta di Alicia Giménez Bartlett
Venerdì 11 dicembre ore 21:30 Buon Natale Rocco! di Antonio Manzini
Venerdì 18 dicembre ore 21:30 La mossa del geco di Gian Mauro Costa
Mercoledì 30 dicembre ore 21:30 Il Capodanno del Cinghiale di Marco Malvaldi

Si ringrazia Sellerio Editore Palermo che ha concesso i diritti di riproduzione delle opere.


17 novembre 2020