Biblioteca: le attività realizzate nel 2020. Con i migliori auguri per il nuovo anno

Un anno molto difficile e particolare si conlude. Con i migliori auguri della Biblioteca comunale per il 2021, per tutti gli utenti attuali e per gli utenti che verranno, cogliamo l'occasione per fare una rassegna delle attività realizzate e dei progetti futuri.

Il 2020 è stato un anno di intenso lavoro e di rinnovamento alla Biblioteca comunale di Foligno, nonostante la  necessaria limitazione dei servizi resi al pubblico a causa dell’emergenza sanitaria.

Tanti sono stati gli eventi organizzati in presenza quando possibile, e a distanza, con numerose letture pubbliche e l’organizzazione di una edizione delle Giornate dantesche particolarmente ricca.

Dovendo in alcune fasi impedire l’accesso del pubblico alla Biblioteca, o rendere servizi solo su prenotazione, è stata posta nuova attenzione ai servizi digitali.
Inoltre è stato svolto un grande lavoro di “back office” per ottimizzare e rendere più efficiente l’archiviazione dei documenti e valorizzare le collezioni. E' stata completata la catalogazione del fondamentale Fondo Faloci e di altri fondi.

Per aiutare gli utenti nella scelta dei libri e valorizzare il patrimonio della Biblioteca, che è a scaffale chiuso, è stata data una nuova veste alle vetrine, con una sistemazione che sia anche bella esteticamente e che metta i nuovi acquisti e i fondi più importanti in evidenza.

Due dati curiosi: i tre utenti che hanno letto di più hanno preso in prestito mediamente 40 libri ciascuno. Il libro più letto dell’anno è stato “Il colibrì” di Sandro Veronesi.

Per il futuro ci proponiamo di continuare e migliorare le attività avviate, che sono tante e che di seguito saranno descritte, intensificando anche la comunicazione delle iniziative per coinvolgere un numero sempre maggiore di utenti. Vorremmo cercare di conoscere sempre meglio gli utenti e i loro bisogni, possibilmente attraverso indagini mirate.


Per quanto riguarda le Giornate dantesche, il 2021 sarà l’anno dell’importante ricorrenza del settecentenario dalla morte di Dante, che il Comune di Foligno vorrà celebrare "in grande", proponendo sempre di più Foligno come città dantesca nel panorama nazionale.

Di seguito raccontiamo le attività che ci hanno più impegnato nel 2020




Web, videoletture e servizi digitali

Durante l'anno sono state completamente rinnovate le pagine web della Biblioteca che oggi vengono costantemente aggiornate, per diventare un punto di riferimento essenziale per gli utenti.
E’ nata la pagina di notizie e approfondimenti “Foligno cult”, dove vengono costantemente proposte informazioni culturali.
La presenza della Biblioteca sul canale Facebook del Comune di Foligno è stata incrementata e sostenuta con frequenti post, ed è stato aperto il canale You Tube della Biblioteca all’interno del canale principale istituzionale.

Per i nuovi utenti è stata introdotta la possibilità di iscriversi anche a distanza ed è stato incentivato l’utilizzo del servizio di Biblioteca digitale “Mlol, Media library on line”, con oltre 350 nuovi iscritti dal mese di marzo ad oggi.

Sono state offerte tre rassegne di videoletture, sia per adulti che per bambini, pubblicate sui social media: “Giallo Foligno”, la rassegna di 6 racconti gialli ambientati nei luoghi più suggestivi della città, iniziativa degli assessorati al Turismo e alla Cultura alla quale la Biblioteca ha collaborato; “C’era una volta...” tre videoletture per bambini realizzate dall’autrice Elisa Mazzoli e pubblicate su You tube; “Due gnome in città”, racconti, animazione e laboratori per bambini realizzati con Sabina Antonelli e Maria Luisa Morici.



“Il maggio dei libri” e “Città che legge”

Nel 2020 la Biblioteca di Foligno ha ripreso a partecipare alla manifestazione nazionale "Il Maggio dei libri", con tante iniziative in presenza e a distanza: quattro diverse rassegne di lettura e un’iniziativa di promozione del libro, per un totale di 11 appuntamenti con il pubblico.
Da segnalare tra questi la rassegna estiva di letture “Foligno legge il mare”, nella corte di palazzo Trinci.
Inoltre alla città di Foligno, grazie alle iniziative di promozione della lettura messe in campo da istituzioni e associazioni, è stato attributo il "bollino" di qualità "Città che legge", attribuito dal Centro per il libro e la lettura del ministero.



Le Giornate dantesche

Nel 2020 le tradizionali “celebrazioni” o meglio Giornate dantesche hanno ricevuto un nuovo impulso. Dal 19 al 25 ottobre si è svolta una settimana ricca di appuntamenti culturali, alcuni realizzati on line a causa dell’emergenza sanitaria, che ha coinvolto per la prima volta tutte le scuole superiori di Foligno oltre ad enti e associazioni del territorio. Sono intervenuti studiosi e artisti di livello nazionale ed internazionale.



Il Comitato dantesco è stato riconfermato e integrato con una nuova coordinatrice scientifica, che ha curato il programma della manifestazione e che sta lavorando in stretta collaborazione con l’assessorato alla Cultura per preparare le Giornate dantesche del 2021.


Nuovi acquisti di libri e nuove sezioni

Grazie al contributo straordinario ministeriale di 10.000 euro, il consueto annuale acquisto di libri ha avuto nel 2020 un nuovo slancio. Questo ha permesso di incrementare le collezioni con tante novità di narrativa per adulti, ragazzi e bambini ma anche di inaugurare raccolte di libri su filoni tematici molto richiesti dagli utenti.

Inoltre la Biblioteca ha donato i libri per costituire un piccolo “angolo della lettura” in ogni asilo nido comunale.

E’ stata anche implementata la nuova sezione di libri sui temi della legalità e dei diritti,  simbolicamente inaugurata dal procuratore Raffaele Cantone a settembre.


I lavori nell’archivio e l'ottimizzazione dello spazio

Durante la chiusura al pubblico è stato completato il controllo topografico, cioè l’aggiornamento dell'inventario e delle collocazioni di tutti i libri del fondo moderno, nel piano interrato della Biblioteca: si tratta di ben "due km di libri", leggi qui.

Si sono creati importanti nuovi spazi di archiviazione nel piano interrato della Biblioteca, con l'acquisto di scaffali compattabili su rotaie per 192 metri lineari di spazio, e con l'acquisto di un sistema di archiviazione sottovuoto per i giornali quotidiani che permette di occupare la metà dello spazio necessario e di conservare la carta in modo molto più efficace.



La catalogazione e inventariazione dei fondi


Nel 2020, grazie ad un consistente investimento dell’Ente e al contributo della Regione Umbria, è stata completata la catalogazione del poderoso “Fondo Faloci”, il fondo di libri antichi e moderni, pubblicati tra la fine del Settecento e l’inizio del Novecento, che ha costituito il primo nucleo  della  Biblioteca comunale. Il catalogo del fondo è disponibile on line e inserito nell’SBN, Sistema Bibliotecario Nazionale.

La Biblioteca possiede molti fondi di documenti non ancora inventariati né studiati in modo sistematico. Oltre all'ordinaria attività di catalogazione dei libri moderni e delle nuove acquisizioni, nel 2020 è stato catalogato il fondo sulla moda e sul costume donato dalla professoressa Anna Maria Rodante, i cui libri sono ora a disposizione per il prestito.

E’ stato inoltre iniziato il lavoro di inventariazione e digitalizzazione del fondo di documenti e disegni della pittrice futurista folignate Leandra Cominazzini.




29 dicembre 2020