Un'opera contemporanea di grande impatto che occupa e "riempie" con la sua presenza una chiesa antica: è la Calamita cosmica", lo "scheletrone" di Gino De Dominicis (1947-1998) ospitato a Foligno, nella Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata.
Lo scheletro, lungo 25 metri, ha un becco di uccello che simbolicamente riceve e trasmette energia attraverso un'asta sospesa sulla mano destra.
Comparsa in pubblico per la prima volta al Museo d'Arte contemporanea di Grenoble nel 1990, venne esposta sei anni dopo nel cortile della Reggia di Capodimonte di Napoli.
Acquistata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, l'opera ha iniziato un tour eccezionale in Italia e in Europa, toccando Ancona, Milano, Versailles, Mons e Roma.
Dal 2011 l'opera è esposta stabilmente a Foligno.


Calamita cosmica. Foto wikipedia


8 maggio 2020