Gonfalone: “……è una bandiera quadrata e scaccata in fondo, attaccata ad un bastone sostenuto da un’asta; nel suo campo porta le armi del Comune”. Così viene definito il Gonfalone nel Dizionario Araldico.

Il Gonfalone del Comune di Foligno è predisposto secondo la convenzione che riguarda i Comuni d’Italia.

°°*°°

 

Nel nostro Gonfalone gli elementi presenti sono numerosi: animali, fiori, fronde, ornati, arme.
L’arme del nostro comune si presenta circondata dai rami di olivo e di quercia. L’olivo è simbolo di pace, di vittoria, di fama e di gloria immortale; mentre la quercia è simbolo di forza e di potenza, nobiltà, animo forte e antico dominio.
L’arme è posta in scudo sannitico, partito e semitroncato. In essa sono inseriti la croce scorciata e patente (in quanto non tocca i lembi del  campo ed i bracci si allargano verso l’esterno) ed il giglio simbolo di potenza e di sovranità. Il giglio è stato realizzato semiaperto.
La corona marchionale è un cerchio d’oro, come quello della corona del principe, sostenente quattro fioroni d’oro (tre visibili) alternato con dodici perle poste a tre a tre come in una piramide.
L’arme raffigurata è quella di cui si fregiò Foligno fino al secolo XIX.
E’ presente il pavone, che è simbolo di ricchezza e di lusso, in posizione sorante, cioè in atto di prendere il volo; altri uccelli presenti sono il cardellino a destra e il ciuffolotto a sinistra, entrambi sono uccelli protetti.
Molti sono i fiori che ornano il Gonfalone: la rosa, il narciso, il giacinto, la margherita, la peonia, la verbena, la camelia e la palma.
I rami intorno allo scudo sono di olivo e di quercia. L’olivo è simbolo di pace, di vittoria di fama e di gloria immortale mentre la quercia è simbolo di potenza, nobiltà, animo forte ed antico dominio.
I nastri azzurri che escono dalle ghirlande richiamano i lacci d’amore (motivi ricamati dalle dame sulle fusciacche dei cavalieri, dono molto gradito e segno d’amore), il colore azzurro rappresenta la ricchezza incorruttibile a somiglianza del cielo che non è soggetto a corruzione né a mutazione.

°°*°°

 

Il “Gonfalone” della nostra città è stato realizzato da un’artista del ricamo: la Signora Anna Maria Rodante, insegnante di scuola superiore della nostra città, storica dell’arte, ma soprattutto artista nell’arte del ricamo. Il manufatto, riccamente ricamato, è stato realizzato interamente a mano e consegnato nel giugno dell’anno 1982. Fili d’oro ora introvabili, il tessuto di seta pura, i rari colori dei filati oggi introvabili, perle, pietre tutto testimonia il grande valore dell’opera.

  

 

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
Comune di Foligno
ALBO PRETORIO
Area ufficiale di consultazione
URP
URP
Sportello unico del cittadino
SUAPE
Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizia
PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI
Comune di Foligno
SPORTELLO CONTRATTI PUBBLICI
Lavori servizi e forniture