12-9-18 SEGNI BAROCCHI, E' TEMPO DI CINEMA E DI CONCERTI A TREVI

Segni Barocchi Festival, giovedì 13 settembre al Multisala Supercinema di Foligno verrà proiettato il film Agadah di Alberto Rondalli (Italia 2017). Come nelle precedenti edizioni, l’organizzazione del Festival, anche quest’anno ha incaricato l’esperto Roberto Lazzerini, che sottolinea come “Non poteva mancare nel nostro catalogo cinematografico (neo)barocco, a dispetto della collocazione storica, questo film di finzione storica, con una struttura vorticosa a scatole cinesi. Interpolato come una haggadah (racconto omiletico), come se il romanzo che lo ispira “Il manoscritto trovato a Saragozza” del conte polacco Jan Potocki (pubblicato nel 1814 e già trasposto in film da Wojcieck Has nel 1964) fosse una lezione danzante di un teologo, il film affascina e stupisce. Con un cast affollato di note presenze, questo cineasta appartato e singolare (è un miracolo che riesca a realizzare film in Italia) riesce dall'avventuroso abbagliante a trarre partito metanarrativo ed ironico, come è nel vero spirito originario di ogni racconto iniziatico.”. Il costo del biglietto è di 4,50 euro. Nella cornice del Teatro Clitunno di Trevi verranno proposti, nell’ambito di Segni Barocchi Festival, due venerdì consecutivi dedicati al jazz. Questa significativa espressione musicale e la world music incontrano il Barocco per una contemporanea creatività secondo il progetto di Vito Trombetta. Si tratta della sinergia tra il Comune di Trevi e il Segni Barocchi Festival ormai in atto da anni. Il primo appuntamento “Rosso – Musiche da un’Europa errante” del 14 settembre vede in azione il duo Mosè Chiavoni, clarinetto, clarinetto basso, sax soprano e Luciano Biondini, fisarmonica. I due musicisti hanno condiviso un lungo percorso intorno ad una musica, quella Klezmer, distante e vicina ad entrambi. Presentano, ora, una nuova idea musicale per la quale interagiscono limitandosi e controllandosi. Il secondo appuntamento riguarda il “Nurra Quartet”, colonna sonora del film “Chi salverà le rose” di Cesare Furesi, composto da Marcello Peghin, composizione chitarra classica dieci corde; Salvatore Maiore, contrabbasso; Paolo Cartamantiglia, clarinetto basso; Giovanni Sanna Passino, tromba flicorno. Entrambi i concerti iniziano alle ore 21 e sono ad ingresso libero.
Per informazioni e prenotazioni: Comune di Trevi 0742/332269 infoturismo@comune.trevi.pg.it
cr (segnib12)